Follow by Email

martedì 4 settembre 2012

Sulla soglia
olio su tela
cm 100x120
 
Intorno all'anno 2000 sono stata chiamata ad organizzare un Centro di Salute Mentale in un paese non lontano da Sassari, Sorso.
Sorso si affaccia sul golfo dell'Asinara e, per arrivarci, io percorrevo una strada che mi permetteva, ogni mattina, di vedere un panorama mozzafiato sul mare .Dalla massa grigioazzurra degli olivi , serrato da macchie di verde scuro , il mare sembrava salire verso la strada  a immergere i tetti di cotto, in una abbacinante scena mediterranea.
Quanti paesaggi ho dipinto con quei colori negli occhi e nel cuore !
Percorrendo le stradine del paese ,mi sembrava di  partecipare alla vita di un tempo favoloso: le nonne con i nipotini sulla soglia di casa,le mamme con i lattanti al collo, i ragazzini intenti a giochi di strada.Eppure sapevo che in ambulatorio c'erano i problemi di sempre, di tutti, di tutto il mondo, ma per la pittura mi interessavano le scene fiabesche, familiari, e i paesaggi da sogno e i volumi mediterranei delle case. 
 
Around the year 2000 I was asked to organize a mental health center in a village not far from Sassari, Sorso.
 Sorso overlooking the Gulf of Asinara and to get there, I walked down a road that would let me, every morning, to see a breathtaking view of the sea. From the mass of blue-gray olive trees, dense patches of dark green, the sea seemed to rise the way to soak the roof tiles, in a dazzling Mediterranean scene.
I painted many landscapes with the colors in my mind and heart!
Walking through the streets of the town, I seemed to participate in the life of a fabulous time: grandmothers with their grandchildren on their doorstep, mothers with infants in the neck, the boys intent on games
 I knew that surgery c 'were the usual problems of all around the world, but I was interested in painting scenes fairytale, family, and dreamy landscapes and volumes Mediterranean houses.